News

Dati del Bollettino Excelsior: nuove assunzioni post Covid 19

News

Dati del Bollettino Excelsior: nuove assunzioni post Covid 19

Dati del Bollettino Excelsior: nuove assunzioni post Covid 19

Il Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal mostra che sono oltre 560mila le opportunità di lavoro offerte dalle imprese a giugno che salgono a quasi 1,3 milioni avendo come orizzonte previsionale l’intero trimestre giugno-agosto.

 

Le aziende Italiane provano concretamente ad uscire dalla crisi economica scatenata dalla pandemia di Covid 19; infatti, nel Bollettino viene precisato che un 56% saranno contratti a tempo determinato, 19% a tempo indeterminato, 10% in somministrazione e nel 5% in apprendistato; altre tipologie riguarderanno il restante 10% dei contratti. Aumenta anche la quota di imprese che programmano assunzioni passando dal 12% di maggio al 15% di giugno.

Le previsioni sul recupero dell’economia italiana e le tendenze positive in consolidamento dei mercati internazionali sono del resto confermate anche dalle valutazioni fornite dalle imprese che hanno risposto ai questionari Excelsior: il 19,8% prevede un aumento della produzione nel trimestre giugno-agosto rispetto al trimestre precedente a fronte del 13,1% che invece si attende una flessione, registrando quindi un saldo positivo pari a 6,7 punti percentuali.

Le aziende maggiormente coinvolte da questa spirale positiva di assunzioni saranno quelle relative ai principali comparti dell’industria manifatturiera, le industrie alimentari, le industrie metallurgiche e dei prodotti in metallo e le industrie meccaniche ed elettroniche.

In ripresa anche il commercio, i servizi alle persone, le costruzioni e finalmente (in particolar modo per un paese come l’Italia) la filiera turistica, con 99mila entrate, un +48,2% sul mese precedente grazie all’utilizzo di contratti stagionale attivabili in nel periodo estivo; è comunque da sottolineare che se negli altri settori i programmi di assunzione potrebbero addirittura a superare i livelli pre-Covid (rispetto a giugno 2019 infatti sono pari a un +18%), per il settore turistico le previsioni ad oggi risultano ben lontane dal passato anteriore alla crisi.

La situazione appare un po’ più rosea rispetto alla fotografia data dal Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2021 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che descriveva delle dinamiche del mercato del lavoro ancora parecchio incerte; nel Bollettino Excelsior però viene indicata ancora una quota complessiva pari al 31 % di assunzioni per cui le imprese dichiarano difficoltà di reperimento, in particolare per tutta la branca degli operai specializzati, dei tecnici, professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione

Partner Buffetti / Consulenza.it – Consulenza.it

Write A Comment